CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DEL LAVORO COLF/BADANTI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DEL LAVORO COLF/BADANTI

Colf e badanti, è entrato in vigore il 1° gennaio 2021 il nuovo CCNL lavoro domestico. Dopo l’aumento previsto ad ottobre, le nuove tabelle portano ad un incremento a regime della retribuzione. Ecco le novità.

Stipendio minimo colf e badanti 2021: sono in vigore dal 1° gennaio i nuovi importi e le tabelle aggiornate.

Il CCNL lavoro domestico, siglato in data 8 settembre 2020, ha introdotto una serie di importanti novità per i lavoratori domestici, modificando anche le tabelle retributive e lo stipendio minimo previsto con decorrenza dal 1° gennaio 2021.

Una prima tornata di incrementi è stata prevista a partire dal 1° ottobre. In particolare, per i baby sitter (livello BS) che assistono bambini fino a 6 anni è stata prevista un’indennità pari a 115,76 euro mensili. Per i badanti (ora assistenti familiari) con livello CS e DS viene prevista invece un’indennità pari a 100 euro.

Cosa cambia invece nella nuova tabelle dei minimi retributivi in vigore dal 1° gennaio 2021? Facciamo il punto, sulla base dello stipendio minimo di colf e badanti fissato dal nuovo CCNL.

Colf e Badanti, CCNL lavoro domestico 2021: stipendio minimo e novità

Dal 1° gennaio 2021 sono in vigore le nuove tabelle relative ai minimi retributivi di colf e badanti. L’aumento previsto dal CCNL lavoro domestico va dagli 8 ai 16 euro circa.

TABELLA A LAVORATORI CONVIVENTI ART. 14 – 1° CO, LETT. A) TABELLA B LAVORATORI DI CUI ALL’ART. 14-2° CO. TABELLA C LAVORATORI NON CONVIVENTI ART. 14 – 1° CO, LETT. B) TABELLA D ASSISTENZA NOTTURNA ART. 10 TABELLA E PRESENZA NOTTURNA ART. 11 TABELLA G LAVORATORI DI CUI ALL’ART. 14-9° CO.
Livello A 645,50 4,69
Livello AS 762,88 5,53
Livello B 821,56 586,83 5,86
Livello BS 880,24 616,18 6,22 1.012,27
Livello C 938,94 680,71 6,57
Livello CS 997,61 6,93 1.147,24 7,45
Livello D1.173,65 (*) 7,99
Livello DS 1.232,33 (*) 8,33 1.417,21 8,98
Livello unico 677,78

(*) + indennità 173,55

Alla tabella relativa allo stipendio minimo, si aggiunge quella delle indennità,che si allega di seguito:

 

Stipendio colf e badanti, dal 1° ottobre 2021 gli aumento per i lavoratori certificati

In nuovo CCNL di categoria introduce, con decorrenza dal 1° ottobre 2021, un incremento retributivo per i lavoratori certificati. Si tratta della patente di qualità, introdotta dalla norma 11766/2019 di Uni.

La norma tecnica per la patente di qualità va a colmare un vuoto normativo e punta a far rientrare anche il lavoro di colf, badanti e baby sitter negli standard europei in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework).

Ottenere la certificazione di qualità consentirà di beneficiare di un’indennità aggiuntiva, pari a:

  • lavoratori di livello B: 8 euro al mese;
  • lavoratori di livello BS: 10 euro al mese;
  • lavoratori di livello CS: 10 euro al mese.

Lavoro a tempo determinato

massimo 24 mesi
massimo 4 proroghe

proroga >12 mesi causale

ORARI DI LAVORO
Non conviventi
fino a 40 ore
settimanali
massimo 8 ore al gg
Conviventi fino
a 54 ore
settimanali
massimo 10 ore al gg

Periodo di prova
conviventi………30 gg di lavoro
effettivo
Restanti rapporti ………..8 gg di lavoro
effettivo
durante il periodo di prova, il rapporto di lavoro può
essere risolto in qualsiasi momento, da ciascuna delle
parti senza preavviso

PERMESSI
FORMAZIONE PROFESSIONALE
(40 ore retribuite annue)
DECESSO FAMILIARI (3 gg di calendario retribuiti)
VISITE MEDICHE/RINNOVO PERMESSO DI SOGG.
fino a 30 ore (12 ore annue retribuite non conviventi; 16
ore annue retribuite conviventi)

CONGEDO MATRIMONIALE (15 gg di calendario + V.A.)
NASCITA DEL FIGLIO (3 gg di permesso retribuito)
SINDACALE (6 gg di permesso retribuito)MALATTIA
ANZIANITA’ GG AL 50% GG AL 100% TOT GG
< 6 MESI FINO A 3 DAL 4 8
DA 6 MESI A 2 ANNI FINO A 3 DAL 4 10
OLTRE 2 ANNI FINO A 3 DAL 4 15

INDENNITA’ MALATTIA
ANZIANITA’ GG CALENDARIO
< 6 MESI 10
DA 6 MESI A 2 ANNI 45
OLTRE 2 ANNI 180
CONSERVAZIONE DEL POSTO
17
INFORTUNIO
ANZIANITA’ GG CALENDARIO
< 6 MESI 10
DA 6 MESI A 2 ANNI 45
OLTRE 2 ANNI 180

MATERNITA’
ASTENSIONE: 2 mesi prima e 3
mesi dopo il parto (in questo periodo
non può essere licenziata) matura il TFR
Indennità a carico dell’ INPS
• in caso di dimissioni volontarie durante il periodo di
maternità obbligatoria, la lavoratrice non è tenuta a
dare il preavviso per le dimissioni

FERIE
1 mese rapportato all’orario di
lavoro
Convivente vitto alloggio
• Devono essere godute 2 settimane entro l’anno, le
altre 2 entro 18 mesi
• Se lavoratore extra comunitario accumulo ferie in un
biennio