• +393534059840

    montecatini@adiura.com

  • 05721752122

    Fb: Adiura Montecatini

  • Piazzale Italia 15

    51016 Montecatini Terme

  • Lun - Sab H24

    Dom - su appuntamento

COME AFFRONTARE LA TERZA ETA’

Adiura Montecatini TermeNewsCOME AFFRONTARE LA TERZA ETA’

COME AFFRONTARE LA TERZA ETA’ E VIVERE SERENI

Tre modi di invecchiare

Esistono diversi modi di invecchiare. C’è un primo modo ideale che tutti sognano sia il loro. Sono le persone che invecchiano bene, quelle con le quali tutti sono disposti a vivere. La loro maniera di essere anziane è dichiarata da tutti “invidiabile”.

Sono anziani che vivono sereni, riconoscenti, pieni di fiducia e di sentimento, lucidi e responsabili, senza eccessivi timori della morte. Sono persone che soffrono, ma che non pretendono che tutti pensino a loro, che non fanno pesare la loro sofferenza, anzi, sono esse a preoccuparsi degli altri. Purtroppo non si deve credere che questa sia la norma, anzi!

Subire l’invecchiamento

C’è un secondo modo – il più comune – che consiste nel subire l’invecchiamento. Molti anziani non riescono ad accettare la realtà di una vita segnata dalla malattia o dalla diminuzione delle proprie capacità di lavoro, di relazioni, di sopravvivenza.

Sono stati traumatizzati dall’arrivo della pensione e sentono come una minaccia terribile l’idea della fine. Hanno passato una vita nel lavoro e non hanno mai trovato il tempo per se stessi, per riflettere, per riposare in pace. Ora sono obbligati a passare dal lavoro al riposo e non riescono ad accettarlo.

Per loro la pensione è stata una sofferenza, non sanno che fare, è un riposo forzato e doloroso. Vivono in una ribellione costante, spesso senza dirlo a nessuno, oppure in una crescente depressione. I tentativi autolesionisti non sono rari, soprattutto se l’inattività è combinata con la solitudine.

Si chiudono nella loro sofferenza, si aggrappano a piccole cose che funzionano da droga o da evasione, diventano duri, acidi, ostili a tutto, e tutti li evitano. Questo aggrava la loro solitudine, mettendo in moto un pericoloso circolo vizioso.

Nascondere l’invecchiamento

C’è anche una terza maniera di invecchiare, propria di coloro che non vogliono credere all’invecchiamento e perciò nascondono a sé e agli altri il loro decadere truccandosi, vestendosi e vivendo come fossero ancora giovani. Godono dei complimenti e non fanno la tara alle espressioni di convenienza: «Non si direbbe che Lei ha ottant’anni! Come li porta bene! Non li dimostra proprio!»

Ci credono, e per un po’ sono su di giri, fino a quando rimettono i piedi a terra. Ma allora stanno ancora più male e in questo modo accumulano ferite e frustrazioni sempre più dolorose e profonde.

«Qualcuno da amare e qualcosa da fare». Questo potrebbe essere un programma per invecchiare bene e passare fruttuosamente la vecchiaia.

ADIURA MONTECATINI